Gavettone su una donna indifesa, padre Nunzio contro il video virale dei bulli di Paternò

Giovani in sella ad uno scooter che fanno un gavettone ai danni di una donna seduta su una panchina in strada. Una secchiata d’acqua con atteggiamento da bulli e maleducati. Tutto organizzato e ripreso con uno smartphone fino a diffondere il video, che diventa virale.

È accaduto a Paternò, creando l’indignazione di tanti e suscitando le reazioni anche del sindaco Nino Naso e di padre Nunzio Chirieleison, parroco a Paternò e presidente della Caritas, che ben conosce la vittima di questa azione.

«All’inizio del video si può pensare a una bravata di qualche buontempone – ha detto padre Chirieleison – ma, subito dopo, è evidente la premeditazione e la minuziosa preparazione. Così come altrettanto evidente appare la scelta mirata della vittima da colpire. Bisogna fare fronte comune per non abbassare la guardia e contrastare efficacemente l’affermarsi, anche nella nostra comunità cittadina, di quella cultura dello scarto, che pesantemente offende e compromette la dignità delle persone più deboli e indifese, particolarmente dei bambini, degli anziani e delle persone psicologicamente labili».

Il primo cittadino ha definito l’atto come «un gesto imbecille», specificando che «molte associazioni si sono mosse e anche semplici cittadini privati hanno mostrato solidarietà alla signora per quanto accaduto».  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *