Proposta appoggiata pure dall’Arcivescovo, Biancavilla dedica una via a padre Placido Brancato

 La Giunta comunale di Biancavilla ha deliberato l’intitolazione di una via per padre Placido Brancato, accogliendo così la proposta lanciata da Giuseppe Gugliuzzo e Giuseppe Ciadamidaro nel loro libro “Santu, riccu e furtunato” dedicato al prete scomparso lo scorso anno e pubblicato da Nero su Bianco Edizioni. La decisione comunale deve ora attendere l’eventuale nulla osta da parte della Prefettura di Catania.

La strada individuata da rinominare e dedicare all’ex parroco dell’Annunziata e fondatore dell’oratorio “Don Bosco”, è via Torino, che collega piazza Annunziata con via Umberto, la stessa in cui ha abitato padre Brancato fino alla morte.

Il suggerimento di tale viuzza è stato dato nella proposta formale (inclusa come parte integrante della delibera) presentata da “Nero su Bianco Edizioni”, a firma del presidente Vittorio Fiorenza, facendosi interprete così del volere dei due autori e di un diffuso sentimento tra i biancavillesi.

L’appello all’amministrazione comunale affinché si rendesse omaggio a padre Brancato, oltre ad essere contenuto nel libro, è stato reso noto in un’affollatissima chiesa Annunziata, lo scorso luglio, in occasione della presentazione del volume, alla presenza dell’Arcivescovo di Catania, mons. Salvatore Gristina, che aveva fatto propria la proposta con particolare entusiasmo.

In quella stessa occasione, il sindaco Antonio Bonanno aveva dato subito disponibilità. Adesso l’atto deliberativo, cui si spera possa seguire il via libera prefettizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *