Il Vescovo Gristina e l’imam di Catania come San Francesco ed il sultano Malik ai tempi delle crociate

Su iniziativa delle fraternità della zona etnea “S. Elisabetta d ‘Ungheria”, l’OFS di Sicilia celebrerà a Catania il prossimo 28 settembre 2019, l’ 8° Centenario del profetico incontro tra S. Francesco e Malik al Kamil, Sultano d’ Egitto e Palestina, avvenuto a Damietta presumibilmente nel settembre del 1219, mentre infuriava la V Crociata.

Papa Francesco ha più volte ricordato quell’ incontro e ha voluto celebrarlo sottoscrivendo lo scorso 4 febbraio ad Abu Dhabi con il Grande Imam di Al Azhar il “Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune”.
I francescani secolari considerano il dialogo con l’Islam un aspetto particolarmente importante del carisma e della spiritualità francescana. Questo Centenario è occasione propizia per riscoprirne la profezia e incarnarla nel nostro territorio, coltivando il dialogo con i fedeli musulmani.

In una recentissima intervista Papa Francesco così ha risposto alla domanda:

Che cosa serve per il dialogo? “Bisogna partire dalla propria identità… L’identità è una ricchezza… ma va integrata con il dialogo. Questo è decisivo: dalla propria identità bisogna aprirsi al dialogo per ricevere dalle identità degli altri qualcosa di più grande.” (La Stampa, 9 agosto 2019)

È con questo spirito che, su sollecitazione dell’OFS, si incontreranno l’Arcivescovo di Catania Mons. Salvatore Gristina e l’Imam della Moschea della Misericordia di Catania Kheit Abdelhafid, per essere insieme strumenti di pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *