Il Testamento spirituale di Mons. Zito: «La misericordia di Dio ha reso bella la mia vita»

Riportiamo qui di seguito il testamento spirituale, lasciatoci da Mons. Gaetano Zito, letto durante il suo funerale, celebrato dall’Arcivescovo Salvatore Gristina, in un’affollatissima Cattedrale.

In primo luogo il mio profondo e più grande ringraziamento a Dio per le infinite grazie che mi ha fatto e alle quali, purtroppo, solo in parte ho corrisposto adeguatamente, la vita, l’essere cristiano, il sacerdozio. Il mio grazie va a, poi, alla Chiesa cattolica, della quale ho avuto la gioia di far parte e di servire come ho potuto, dalla quale ho ricevuto immensa fiducia attraverso i diversi ministeri che mi sono stati affidati soprattutto dei nostri vescovi.

A questi e alla Chiesa di Catania che ho amato, ho desiderato sempre più bella e ho cercato di servire al meglio delle mie possibilità come pure a ciascuno dei confratelli nel sacerdozio – in primo luogo padre Carmelo Lo Valvo della diocesi di Nicosia, che mi accompagna fin dagli anni del liceo, e a Padre Salvatore Consoli – e a tutte le persone consacrate che ho avuto la grazia e la gioia di incontrare, la mia più profonda gratitudine.

Sono felice di essere ciò che sono, di tutto ciò che il buon Dio ha voluto per me nonostante i tanti miei limiti e peccati. Ho sempre sentito su di me la protezione l’intercessione della Madonna e del beato Dusmet.

So di restare debitore verso tutti coloro che ho incontrato, per non aver saputo dare loro quanto il buon Dio avrebbe desiderato per ciascuno. A tutti chiedo la carità del perdono. Ho sempre conservato nel mio cuore la certezza dell’immenso bene che mi hanno voluto mia sorella e mio nipote: sono loro riconoscente e il Signore li ricolmi di grazia e di benedizioni.

I miei parenti, zio Angelo in primo luogo, e tanti amici che il Signore mi ha concesso di incontrare come sinceri e affabili compagni della mia vita: ciascuno di loro sa i tanti motivi della mia riconoscenza e solo il Padre, datore di ogni bene, potrà adeguatamente ricompensarli. E li ricompenserà certamente.

In questi ultimi anni il Signore mi ha concesso pure la compagnia di un gruppo di famiglie con le quali abbiamo avviato insieme un cammino di fede. Sono enormemente grato per l’attenzione e il clima familiare che mi hanno donato. A tutti chiedo un ricordo nella preghiera e di potermi concedere loro perdono. Alla misericordia di Dio, della quale mai ho disperato e spero di non averne mai abusato, mi affido.

Solo la Sua misericordia ha sistematicamente rattoppato e resa bella la mia vita. Per questo ancora una volta recito umilmente il salmo: “Miserère mei, Deus, secùndum magnam misericòrdiam tuam”.

(Mons. Gaetano Zito)

9 pensieri riguardo “Il Testamento spirituale di Mons. Zito: «La misericordia di Dio ha reso bella la mia vita»

  • 10 Ottobre 2019 in 18:25
    Permalink

    Quando ci si riconosce ” buono nella Misericordia di Dio”, si è fatto un passo lungo verso il Regno dei Beati.
    Riposi in Pace.

    Risposta
  • 10 Ottobre 2019 in 21:03
    Permalink

    Ho conosciuto Mons. Gaetano solo nell’ultimo soggiorno qui a Bedonia ed ho avuto un ottima impressione di un Sacerdote Buono. Prego per Lui e sono sicuro che Egli prega anche per me e per tutti gli amici di Bedonia.

    Risposta
    • 11 Ottobre 2019 in 8:26
      Permalink

      Con queste ultime parole ha confermato la sua umiltà sei stato un grande padre Gaetano sono certa che il tuo ritorno alla casa del Padre sia stato accolto con un meraviglioso coro di angeli. Riposa in pace

      Risposta
  • 10 Ottobre 2019 in 21:33
    Permalink

    Sei stato un grande Padre Gaetano… Non ho parole… Lasci un grade vuoto che forse nessun altro saprà colmare… Riposa in pace Amico mio..

    Risposta
  • 10 Ottobre 2019 in 21:38
    Permalink

    Anche con queste sue ultime, lascia a tutti un messaggio forte, esso va fatto proprio nella vita quotidiana di ognuno di noi. Sebbene abbia servito tutti, non si sente di essere riuscito a donare il massimo, ma con umiltà continua a chiedere perdono.
    Caro padre continua la tua missione dall’alto dei cieli e illumina le nostre strade e i nostri percorsi. Stasera con i miei figli pregheremo affinché la tua missione non si fermi, pregheremo per attutire il dolore dei tuoi familiari, di tua sorella e di tuo nipote. R.I.P. ma continua ad operare da lassù!

    Risposta
    • 11 Ottobre 2019 in 19:25
      Permalink

      La Divina Misericordia ti accoglie tra le sue braccia come figlio devoto e integerrimo verso di lei.
      In Paradiso sei Santo tra i Santi, gli Angeli e gli Arcangeli a contemplare la Gloria di Dio e la gloria di Maria SS. .
      Non dubito della tua S. Protezione mio carissimo Prof. Padre Gaetano Zito.

      Risposta
  • 11 Ottobre 2019 in 7:48
    Permalink

    Conobbi Mons. Gaetano Zito quando gli consegnai il mio libro sulla traduzione sicula dei Vangeli. Ricordo anche le sue omelie durante la festa di S. Agata, sempre calate nella modernità, ma con tratto sapiente e delicato. Sono profondamente commossa e porgo alla Sua Chiesa e alla sua famiglia le condoglianze più sentite.

    Risposta
  • 12 Ottobre 2019 in 9:34
    Permalink

    Il ricordo di un amico un sacerdote che per alcuni periodi della mia esistenza mi hanno accompagnato con amicizia e spirito di amore ci siamo intesi sempre. Con affetto di chi ti ricorda sempre presente ti auguro un viaggio accompagnato dagli angeli fin lassù, ciao Gaetano r.i.p.

    Risposta
  • 13 Ottobre 2019 in 5:51
    Permalink

    Un grande uomo di fede e Cultura
    Una enorme perdita per la Sicilia.
    Ha dato tantissimo nella sua vita.
    Ray Bondin

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *