Adrano, intervista al Vicario foraneo Don Pietro Strano per il suo 33esimo di sacerdozio

di Daniela Cocina

Una vita intera dedicata a Dio e al prossimo. Stiamo parlando di Don Pietro Strano, Parroco della Chiesa di San Pietro e Vicario foraneo della città di Adrano. Lo abbiamo sentito per celebrare l’anniversario della sua ordinazione sacerdotale, 33 anni fa.

 Don Pietro quando e in che modo è nata la sua vocazione?

La mia vocazione si è manifestata in modo chiaro ed eclatante il 27 settembre del 1981, quando mi trovavo in Piemonte, per un incontro riservato ai responsabili dei Catechisti delle comunità neocatecumenali. Ho frequentato il Seminario a Casale Monferrato, dapprima studiando e lavorando ed ho completato gli studi presso lo “Studio interdiocesano teologico” di Alessandria.  Fin da subito ho maturato l’esigenza di partire come missionario, ma questo mio desiderio si è realizzato solo dopo alcuni anni. Per 3 anni sono stato Vice-parroco e poi sono stato nominato Parroco ad Ozzano Monserrato, dove sono rimasto per 11 anni. Ben presto la mia volontà di partire e prestare servizio in missione si è palesata e così fui inviato dapprima in Sardegna e subito dopo in una missione africana, precisamente in Burkina Faso e nella Repubblica Centrafricana, dove sono rimasto per un anno.

Cosa ricorda della sue esperienza da missionario in Africa?

Innanzitutto ho sperimentato e toccato con mano la presenza di Dio, che non mi ha fatto mai mancare nulla anche in situazioni di assoluta precarietà. Dopo tanti anni il torrido caldo africano o le pessime condizioni igienico-sanitarie, che mi hanno fatto contrarre anche la malaria, le consideravo “quasi” normali. Ho sperimentato sulla mia pelle cosa significa vivere da “povero tra i poveri” ma ho anche avuto la fortuna di conoscere gente proveniente da ogni parte del mondo. Le esperienze che hanno segnato la mia vita sono state: la “missio gentes” e l’aver gestito il Seminario Internazionale “Redentoris Mater”. La “missio gentes” è stata un’esperienza di comunione molto forte poiché con alcune famiglie, provenienti da tutto il mondo, ci siamo insediati in un quartiere completamente scristianizzato e pieno di sette per testimoniare il Vangelo. Il Seminario Internazionale di cui sono stato Rettore ha ospitato 11 seminaristi e nel 2016 ho avuto la gioia di portare al sacerdozio due di loro.

Ci parli della sua attuale attività di Parroco e Vicario foraneo.

Anche se per lunghi anni sono stato fuori dal mio paese natio, sono rimasto molto legato ad Adrano. Moltissimi sono stati gli aiuti provenienti dalla città alla missione internazionale di cui facevo parte. Sono rientrato ad Adrano per motivi personali e familiari, e per 3 anni sono stato Vice-parroco presso la Chiesa di Sant’Agostino accanto a Padre Abate.  Oggi presto servizio come Parroco di San Pietro, dopo la nomina di Padre Nino La Manna a Rettore del Seminario arcivescovile. L’incarico di Vicario foraneo l’avevo già ricoperto in passato a Casale Monferrato. E’ un incarico complesso per certi versi, perché lo spirito di servizio deve essere quello di una fraterna comunione presbiteriale.  

Un suo consiglio ad un giovane che si appresta ad entrare in Seminario.

Innanzitutto bisogna ascoltare la voce di Dio ed essere “generosi”: se a Dio diamo uno, Lui ci ricompenserà 100 volte tanto. Nel Vangelo Gesù stesso invia i discepoli ad andare per il mondo “a portare frutto” (Gv 15,16). Come diceva Madre Teresa di Calcutta noi non siamo che “strumenti nelle mani di Dio” e quindi invito i giovani ad affidarsi completamente a Dio e ad accettare il servizio che Lui ci offre come un dono.

2 pensieri riguardo “Adrano, intervista al Vicario foraneo Don Pietro Strano per il suo 33esimo di sacerdozio

  • 16 Maggio 2020 in 17:53
    Permalink

    Sua Ecc Rev Mons SALVATORE GRISTINA, Nella gioia del Cristo buon Pastore,le auguro tanti sinceri Auguri per il suo 50*Anniversario sacerdotale.
    In questa settimana l ho ricordato nella preghiera ogni sera che sto facendo in diretta facebook.
    Che il Signore lo benedica sempre , e le da la gioia di servirlo sempre.Non si dimentichi sua Ecc Rev una preghiera per me e per tutti i fedeli che abbiamo pregato per lei.Saremo uniti Spiritualmente nella celebrazione di domani che lei celebra in ringraziamento al signore…..Sia sempre Lodato.
    in cristo Gesu’ Alfredo Spatafora.

    Risposta
  • 16 Maggio 2020 in 17:54
    Permalink

    Sua Ecc Rev Mons SALVATORE GRISTINA, Nella gioia del Cristo buon Pastore,le auguro tanti sinceri Auguri per il suo 50*Anniversario sacerdotale.
    In questa settimana l ho ricordato nella preghiera ogni sera
    sto facendo in diretta facebook.
    Che il Signore lo benedica sempre , e le da la gioia di servirlo sempre.Non si dimentichi sua Ecc Rev una preghiera per me e per tutti i fedeli che abbiamo pregato per lei.Saremo uniti Spiritualmente nella celebrazione di domani che lei celebra in ringraziamento al signore…..Sia sempre Lodato.
    in cristo Gesu’ Alfredo Spatafora.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *