Feste patronali senza processioni, ma a Biancavilla la devozione resta intatta: “W San Placido”

di Stefano Gemmellaro

La città di Biancavilla, benché permanga lo stato d’emergenza a motivo del Covid ha voluto ugualmente festeggiare in modo solenne i suoi santi patroni nei primi giorni del mese di ottobre. I festeggiamenti del 2020 saranno celebrati tutti all’interno della Basilica Collegiata della B.V. Maria dell’Elemosina, mentre non saranno celebrate le tradizionali processione con le reliquie e i simulacri di S. Zenone e S. Placido e dell’Icona della Madonna, in osservanza alle disposizione dello stato di emergenza emanato dal Governo.

Giorno 2 ottobre nel ricordo del proto-patrono S. Zenone, è stata celebrata la messa solenne vespertina presieduta dal vicario generale Mons. Salvatore Genchi, e la processione interna alla basilica con il suo simulacro e il reliquiario contenete il suo dente.

Il 3 ottobre, le celebrazioni in onore della Beata Vergine dell’Elemosina, la cui icona è particolarmente venerata dai biancavillesi, verrà traslata dalla sua cappella all’altare maggiore per la celebrazione solenne della messa dei primi vespri. Nella giornata dedicata al patrocinio della Madonna, domenica 4 ottobre, a conclusione della messa solenne delle ore 11.00, sarà effettuato l’omaggio floreale all’immagine della Vergine sulla facciata della Basilica Collegiata mentre la sera sarà celebrato il solenne pontificale, presieduto da Monsignor Rino la Delfa, docente, di Ecclesiologia presso la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia “S. Giovanni Evangelista” di Palermo, al quale hanno partecipato le autorità civili e militari e il clero della città di Biancavilla, insieme all’Associazione S. Maria dell’Elemosina. La veneratissima icona della Madonna dell’Elemosina, dopo la solenne liturgia verrà riportata nella sua cappella.

Il 5 ottobre, giorno nel quale S. Placido è stato martirizzato insieme ai suoi fratelli e ai suoi compagni, Il simulacro del patrono sarà solennemente esposto sin dalla mattina sull’altare maggiore, insieme al braccio reliquiario. Durante la celebrazione delle ore 11.00, al quale parteciperà il circolo cittadino dedicato al Patrono, verrà anche celebrato il rito dell’offerta delle Chiavi della città e della palma del martirio.

La sera del 6 ottobre invece, giornata che la comunità biancavillese dedica alla devozione cittadina, presso la Basilica Collegiata si svolgerà la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Rev.mo Don Vittorio Rizzone O.S.B., Abate dell’Abbazia di S. Martino delle Scale, alla quale prenderanno le autorità civili e militari ed il clero, insieme ai soci del Circolo S. Placido. Conclusa la celebrazione, il simulacro di S. Placido verrà portato in processione sino alla sua splendida cappella affrescata da Tamo da Brescia, dalla quale sarà impartita la benedizione solenne con le sue reliquie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *