Corpus Domini 2021, niente processioni ma molti i momenti intensi all’interno delle parrocchie

di Vincenzo Caruso

Ancora senza processioni, per questo anno 2021, la solennità del Corpus Domini, a Catania e in tutto il Paese, a causa delle restrizioni dovute alla pandemia da Sars Cov-2, meglio conosciuta come da  Covid-19 .Ma due momenti vogliamo segnalare, tra i tanti che certamente, in ogni parrocchia e in tutte le diocesi italiane, sono state messe in opera e tra queste l’adorazione eucaristica, come speciale e privilegiato rapporto personale e comunitario con il Corpo di Cristo, esposto nelle navate dei templi, in tempi dedicati di silenzio e preghiera.

Il primo, a Nicolosi, il giorno di vigilia – 5 giugno – nel salone delle conferenza della chiesa madre “Santo Spirito”, la presentazione del libro “La confraternita  del SS.mo Sacramento di Nicolosi. La storia, il ruolo, la missione” a firma di Salvo De Luca e con la prefazione e i contributi di Giuseppe Mazzaglia e i saluti, in premessa, del governatore Giorgio Borzì, del parroco e assistente ecclesiastico sac.

Alfio Bonanno, del delegato diocesano per le Confraternite sac. Giovanni Sciuto, del presidente della Confederazione delle Confraternite della Diocesi di Catania Francesco Salmeri e del sindaco Angelo Pulvirenti. Momento questo di particolare significato, cui ha partecipato, insieme a numerosi governatori di confraternite della diocesi e di realtà associative di Nicolosi anche l’arcivescovo emerito di Siracusa il concittadino mons. Salvatore Pappalardo, non solo come lavoro di ricerca destinato a mantenere la memoria  storia di una realtà confraternale che ha contribuito negli oltre quattrocento anni dalla nascita, all’impulso di apostolato dei laici e di carità tra gli aderenti e i cittadini nicolositi, ma come stimolo e fondamento per il futuro a venire per le prossime generazioni.

Il secondo momento legato alla solennità del Corpo e Sangue di Cristo è la mostra internazionale dei Misteri Eucaristici, ideata e progettata dal beato Carlo Acutis, estimatore dell’Eucarestia e della Vergine Maria morto a soli 15 anni per leucemia fulminate: dal 3 al 12 giugno, infatti nella parrocchia chiesa madre Santa Maria della Pace di Tremestieri Etneo, le navate laterali accolgono numerosi pannelli che descrivono con foto e notizie storiche alcuni dei principali miracoli eucaristici avvenuti nel corso dei secoli nel mondo e approvati dalla Chiesa.

I pannelli resteranno alla riflessione personale e comunitaria fino al giorno della memoria del Cuore Immacolato di Maria, appunto sabato 12 giugno, nella cui mattinata avrà luogo, dopo la celebrazione dell’Eucarestia a cura del parroco don Gaetano Sciuto, anche un momento di adorazione eucaristica, di catechesi e l’atto di consacrazione alla Vergine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *