Novità in casa UCSi in occasione del XX congresso nazionale dei giornalisti e comunicatori cattolici

di Vincenzo Caruso

Abbiamo avuto in questi ultimi mesi tante belle novità in casa UCSi (Unione Cattolica Stampa Italiana), sia al livello nazionale che regionale.  A Roma, al termine del XX congresso nazionale dei giornalisti e comunicatori cattolici (24-26 settembre), nel nuovo direttivo con la presidenza di Vincenzo Varagona è stato eletto segretario nazionale il giornalista già direttore della sezione provinciale Ucsi di Siracusa, Salvatore Di Salvo che, nella recente consultazione elettorale dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia di fine ottobre, a Palermo, è stato chiamato a ricoprire anche la carica di tesoriere, mentre il socio pubblicista Santino Franchina è stato eletto quale componente del Consiglio nazionale dell’OdG. Inoltre, nell’UCSI nazionale, come consiglieri sono stati eletti i soci Gaetano Rizzo di Acireale, primo tra i consiglieri per numero di preferenze, e Domenico Pantaleo.

Più recentemente, dopo un primo incontro del segretario nazionale Ucsi Di Salvo con il presidente Giuseppe Adernò e il direttivo della sezione provinciale di Catania tenutosi l’8 ottobre presso i Salesiani di Cibali,  Sabato 20 Novembre, a Siracusa Ortigia, il presidente regionale Ucsi Domenico Interdonato e una delegazione di consiglieri regionali e ad alcuni presidenti provinciali (di Catania, Messina e Siracusa) e l’assistente ecclesiastico don Paolo Buttiglieri, salesiano, hanno incontrato il delegato episcopale per le comunicazioni sociali e la cultura della Cesi S.E. mons. Francesco Lomanto, arcivescovo metropolita di Siracusa, per presentare l’UCSI Sicilia, la sua storia e i suoi programmi. Al termine dell’incontro, mons. Lomanto ha fatto dono della sua prima Lettera pastorale all’Arcidiocesi di Siracusa “Ut sint consummati in unum” ed ha richiamato le tre parole chiave del Sinodo, appena aperto, che sintetizzano l’identità e il ruolo del giornalista cattolico: comunione – negli aspetti di particolare e universale che devono camminare insieme, partecipazione – nel rispetto dell’identità e dei ruoli, missione – come servizio di amore nella verità e libertà.

Prima dell’incontro con mons. Lomanto, il consiglio direttivo regionale si è incontrato presso i locali della biblioteca della curia arcivescovile, in piazza Duomo – ex carceri vescovili per approvare alcune iscrizioni di nuovi soci e per programmare le attività dei prossimi mesi.

Ad oggi sono 204 gli iscritti giornalisti Ucsi della Sicilia tra professionisti e pubblicisti, presenti in quasi tutte le diocesi (con delegazioni ad Acireale e Trapani, e alcuni iscritti sono di Ragusa e Agrigento) ed è comune l’impegno a coinvolgere altri colleghi giornalisti e comunicatori con lo stile della sinodalità e della multilateralità, partendo dalla base e mediante l’ascolto (don Paolo Buttiglieri).

Tra gli eventi formativi prossimi, l’11 dicembre a Siracusa, in presenza, presso l’aula convegni del Santuario, si terrà il corso sul tema “Formare i nuovi giornalisti ai temi dello sviluppo sostenibile: Pensare al futuro. 17 obiettivi visti dai giovani e raccontati dai giornalisti” con crediti professionali Sigef, e a seguire quello ormai storico su “Comunicare il sacro“, in occasione della festa di sant’Agata a Catania e le celebrazioni di san Francesco di Sales, patrono dei giornalisti, il 24 gennaio, con un evento regionale e quelli a livello provinciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *