L’Arcivescovo di Catania Mons. Luigi Renna ha incontrato una delegazione del Polo Fad “San Luca”

L’Arcivescovo di Catania Mons. Luigi Renna ha incontrato una delegazione del Polo Fad “San Luca”. Lo scopo dell’incontro è quello di far conoscere al nuovo Arcivescovo questa realtà, per poter tracciare le linee guida e organizzare al meglio questo importante strumento formativo della Diocesi catanese.

L’Istituto “San Luca” di Catania, fondato da mons. Francesco Chiusa nel 1962 ed eretto dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica con decreto n. 792/86 il 31 luglio 1986. Dall’11 maggio 1990 è collegato alla Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia. Da oltre 50 anni offre una formazione teologica completa che apre alla qualificazione culturale, pastorale, teologica e pedagogica di coloro che desiderano vivere nella Chiesa con maggiore consapevolezza e ripensare la propria fede con un cammino di approfondimento.

Fu mons. Salvatore Gristina – con nota 30 luglio 2016 – a chiedere che l’Istituto Superiore di Scienze Religiose San Luca (oggi Polo FAD San Luca, a seguito del riordino degli Istituti voluto dalla Chiesa italiana) fosse collegato alla Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia. Il collegamento è stato disposto con lo Statuto approvato dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica il 4 maggio 2017, con nota n. 369 a firma di S.E.R. Card. Giuseppe Versaldi, che ha eretto a Istituto quello operante presso la Facoltà Teologica e istituito il Polo FAD di Catania.

Mons. Luigi Renna si è detto soddisfatto dell’incontro, e ha invogliato la delegazione a proseguire nella strada intrapresa, potenziando le attività culturali, gli incontri di formazione e l’importante biblioteca già presente all’interno della struttura. Ha poi sottolineato come il “San Luca” trovandosi in Via Crociferi, cuore pulsante del centro storico catanese, possa diventare un presidio di bellezza e cultura per l’intera città e per i molti turisti che la visitano.

Alla fine dell’incontro alcuni docenti hanno donato al presule diverse pubblicazioni e riviste legate all’attività della facoltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *