L’Arcivescovo incontra i ragazzi sindaci della provincia: Un ramoscello di ulivo nel presepe

In occasione del primo Natale a Catania dell’Arcivescovo Mons Luigi Renna, la delegazione dei Ragazzi Sindaci ha presentato gli auguri di Natale consegnando piccoli doni, presepi realizzati con materiale di riciclo e portando degli alimenti per i poveri, che l’Arcivescovo ha destinati all’Help Center della Stazione.

Il salone dei Vescovi si è animato con la presenza dei ragazzi sindaci, assessori, consiglieri delle scuole di Catania; “Parini”, “Deledda” S. Giovanni Bosco”, “Brancati”, “Maria Ausiliatrice” e delle scuole di Motta S Anastasia, Misterbianco, Belpasso, S Pietro Clarenza, Camporotondo, S Agata Li Battiati, Tremestieri, Trecastagni, Mascalucia, Nicolosi, Maletto, Piedimonte, Calatabiano e Palagonia.

All’incontro, coordinato dal preside Giuseppe Adernò, sono intervenuti i dirigenti Sabina Maccarrone di Misterbianco, Viviana Ardica di Mascalucia; Francesca Amore di Trecastagni; l’assessore e la presidente del Rotary di Piedimonte, Teresa Maccarone.

Accogliendo gli auguri festosi dei Ragazzi Sindaci, appuntamento da rinnovare ogni anno, l’Arcivescovo ha spiegato il vero significato del Natale e del dono che Gesù porta nel mondo, “la pace”, il richiamo della quale in questo Natale è particolarmente pressante. Ha raccomandato ai ragazzi: “Mettete un ramoscello di ulivo, segno di pace, nel vostro presepe” e questo segno, dono della nostra terra, sia di richiamo al desiderio di pace che accomuna l’intera umanità.

La pace è un valore da custodire ed è il vero dono del Natale come fu annunciato dagli Angeli ai pastori di Betlemme: “Gloria a Dio nell’alto dei cieli e pace in terra agli uomini, amati dal Signore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.