“Supermercato Solidale”, a Paternò il Coronavirus accresce la carità di fedeli e aziende

di Don Salvatore Alì

La nostra parrocchia dello Spirito Santo in Paternò è stata sempre impegnata nell’assistenza ai poveri e nel servizio della carità. Trovandosi ad operare in periferia e in un contesto sociale fatto per lo più di edilizia popolare, cerca di essere presente accanto alle famiglie più bisognose, assicurando quei servizi di assistenza, alimentari e non, di cui hanno bisogno.

Pur essendoci un gruppo di volontari della carità, va detto, ad onore, che tutta la comunità è sensibile e si coinvolge nel servizio ai poveri, testimoniando così la bellezza di una fede che si visibilizza in una comunione ecclesiale concreta, fatta di condivisione e carità.

Proprio l’esperienza della condivisione è quella che stiamo sperimentando in questo particolare momento, attraverso la grande generosità dei nostri fedeli, ma anche di aziende della grande distribuzione alimentare.

È così tanta la “roba” che ci è arrivata, da aver dovuto allestire nei locali parrocchiali, in questo momento deserti, un “supermercato solidale”, dove i nostri assistiti, con senso di responsabilità e con l’aiuto dei volontari, a turno, per rispettare le regole sanitarie in vigore, prendono ciò di cui hanno realmente bisogno.

È un piccolo aiuto, in quel mare di necessità che in questo momento c’è e di cui la Chiesa si sta facendo carico. Un grazie in particolare ai benefattori che con la loro sensibilità e generosità stanno permettendo tutto ciò e ai volontari che con il loro “eroico” servizio mostrano il volto bello della comunità parrocchiale e della Chiesa di Cristo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *