Catania, sostegno di 9 milioni di euro per l’Oda stanziato dalla Conferenza episcopale italiana

di Salvatore Caruso

Una bellissima giornata. L’ha definita così Mons. Salvatore Gristina, Arcivescovo di Catania, quella vissuta giovedì 16 gennaio al Centro di Riabilitazione “Maria SS. Del Carmelo”di Pedara.

L’occasione è la stipula dell’accordo a tre, Conferenza Episcopale Italiana, Arcidiocesi di Catania e l’ODA – Opera Diocesana Assistenza, per la concessione di un finanziamento da parte della CEI di 9 milioni di euro in favore dell’ODA finalizzato al ripiano di parte del debito della fondazione e a sostegno dell’azione di risanamento intrapresa tre anni fa dal Commissario Straordinario Avv. Adolfo Landi.

Una giornata bellissima, incorniciata  da uno splendido sole, che dà luce e speranza al futuro dell’ODA, espressione concreta della Chiesa di Catania nel servizio alle persone più fragili segnate dalla disabilità e alle loro famiglie.

Quella dell’ODA è, infatti,  una storia di testimonianza caritatevole e di servizio lunga quasi 60 anni – si era infatti nel 1962 quando venne fondata, proseguendo l’esperienza di carità della POA e dell’Onarmo – e che oggi la pone , con i suoi quattro centri di riabilitazione, i 1.500 assistiti e gli oltre 400 operatori, tra le realtà assistenziali e socio-sanitarie  più importanti  non soltanto in ambito regionale ma di tutto il meridione d’Italia.

E’ significativo e di grande valore, in tal senso, l’impegno – sottolineato dall’Avv. Landi – che l’ODA, nonostante le note difficoltà finanziarie, ha continuato a profondere in questi  anni  per offrire servizi sempre più qualificati e che trovano oggi evidente concretizzazione nel Centro di Riabilitazione “Maria SS. del Carmelo”, recentemente ristrutturato, quale presidio residenziale di eccellenza nell’ambito dei servizi riabilitativi con i suoi  100 posti letto, di cui 50 con riconoscimento di “Centro Gravi”, unico in Sicilia e nel Sud Italia.

E proprio questo impegno,  che già manifesta i suoi primi riscontri positivi, nel contesto di un più ampio ed organico piano di ristrutturazione aziendale, unito alla storia dell’ODA e al ruolo primario di servizio che riveste nel territorio, hanno indotto la Conferenza Italiana dei Vescovi – come dichiarato dal Dott. Mauro Salvatore, economo della CEI – a deliberare l’intervento straordinario di finanziamento  alla fondazione catanese.

Si apre così una nuova stagione per l’ODA, contrassegnata da un rinnovato impegno per un domani che rechi serenità assistenziale agli assistiti e alle loro famiglie, nonchè certezza di lavoro per i propri dipendenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *