La Caritas lancia il primo concorso biblico: 35 domande sul Vangelo di Marco

Riavvicinarsi alla lettura della Bibbia che «non può essere solo patrimonio di alcuni e tanto meno una raccolta di libri per pochi privilegiati». Le parole di Papa Francesco – contenute nella Lettera apostolica in forma di «Motu proprio» “Aperuit illis”, dello scorso settembre, con cui il Santo Padre ha istituito la Domenica della Parola di Dio che quest’anno cadrà il 26 gennaio – sono il riferimento del 1° Concorso Biblico 2020 “Il Vangelo di Marco” della Caritas Diocesana.

L’iniziativa si ispira, inoltre, al carisma di Don Alberione, Fondatore della Famiglia Paolina, che con il suo motto «fate a tutti la carità della verità» esprime lo spirito dei Paolini impegnati nell’annuncio del Vangelo nell’ambito delle moderne forme di comunicazione. Il Concorso, infine, si configura come contributo concreto alla Diocesi, scaturito dalla riflessione in forma di Lettera, con cui Mons. Salvatore Gristina ha approfondito il documento di Papa Francesco sulla “ Domenica della Parola di Dio”. 

Il Concorso Biblico consiste in un questionario di 35 domande sul Vangelo di Marco che potrà essere scaricato dal sito caritascatania.it oppure ritirato in forma cartacea presso la Libreria San Paolo (Via Vittorio Emanuele II, 182). Il modulo con le risposte compilate dovrà essere consegnato entro il 15 marzo 2020 nel luogo di ritiro oppure inviato, dopo la scansione, all’indirizzo comunicazione@caritascatania.it

La premiazione, che prevede il sorteggio nel caso in cui più partecipanti riuscissero a totalizzare lo stesso punteggio, si terrà sabato 21 marzo alle ore 19 alla Badia di Sant’Agata nel corso del Concerto del “Complesso Bandistico Città di San Gregorio di Catania” diretto dal M° Giuseppe Scavo. Per i vincitori più di dieci premi a disposizione offerti da “Al Vicolo Pizza & Vino”, “Libreria San Paolo”, “Terra Siciliae”, “Tenute Donna Elia”, “Quotidiano di Sicilia”, “Fondazione Etica & Valori Marilù Tregua”, “Pie Discepole del Divin Maestro”, “Caffetteria Arena di Pino Arena e Figli”, “La Rosa Giuseppe”, “Ristorante La Locandiera”, “Mater Ecclesiae”.

Per Don Piero Galvano, direttore della Caritas Diocesana, «far conoscere la Verità della Parola di Dio è suprema carità verso tutti i “poveri” di Dio, ovvero coloro che non conoscono il Vangelo di Gesù e non mettono Dio al centro della propria vita, ma si lasciano trascinare dagli “idoli” di questo mondo. La povertà spirituale è la causa principale di tutte le povertà».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *