Tremestieri Etneo, nella parrocchia Santa Maria della Pace nasce il Gruppo Giovani “Sicomoro”

di Vincenzo Caruso

Domenica 25 Ottobre, nella parrocchia Santa Maria della Pace di Tremestieri Etneo nasce il Gruppo Giovani “Sicomoro”. Dopo cinque anni di preparazione e di preghiere “finalmente – comunica nel corso della celebrazione eucaristica vespertina il parroco Salvo Scuderi – è nato, comincia il suo cammino nella comunità, che è vitale solo se ci sono giovani e anche i meno giovani, con l’attaccamento al passato e memoria storica di fede”. Il nome “Sicomoro” dà l’identità al gruppo che si prefigge di “aiutare, accogliere e amare”, sullo stile di Gesù e nel mettere in pratica concretamente nella vita l’insegnamento primo e grande, l’unico, di “amare Dio con tutto il cuore, tutta l’anima e tutta la mente e il prossimo tuo come te stesso”, il comandamento dell’Amore.

L’albero del sicomoro è come un “facilitatore” per vedere Cristo che passa, lui Zaccheo, basso di statura e con tanta folla attorno, “per riuscire a vederlo salì su un sicomoro” e da lì sente chiamarsi “Zaccheo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua”.

E così l’inaugurazione del gruppo: con l’immagine dell’albero accanto all’altare, nel presbiterio, e l’offerta-impegno su cartoncini colorati dei tre verbi dell’amore e della fraternità da parte di alcuni giovani, al termine della celebrazione eucaristica, con il Santissimo esposto per un breve momento di adorazione, ed ecco echeggiare la preghiera

Signore, oggi desidero e scelgo di essere il Tuo Sicomoro! Fa che io sia come un albero piantato lungo i corsi d’acqua dello Spirito Santo, affinché le mie radici non temano i giorni di siccità e le mie foglie siano sempre verdi. Fa’ che io sia un albero dal tronco robusto, ben radicato e nutrito dal Tuo Amore misericordioso, i cui rami siano le mie mani tese a porgere i dolci frutti della Santità. Signore, rendimi Sicomoro e donami un cuore capace di ‘farsi prossimo’ Aiutando, Accogliendo e Amando tutti gli Zaccheo che lungo la strada si affideranno a me col solo scopo di conoscere e amare te”.

Accanto ai giovani è presente un bel gruppo di accompagnatori/educatori che si faranno carico di camminare insieme a loro, con l’auspicio, da parte di padre Salvo, che anche tutta la comunità parrocchiale accompagni con la preghiera il gruppo giovani e viva con loro l’esperienza concreta dell’amore di Dio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *