Tremestieri, la Chiesa Madre saluta padre Scuderi e dà il benvenuto al nuovo parroco Gaetano Sciuto

di Vincenzo Caruso

Appena una decina di giorni fa aveva gioito tutta  la comunità parrocchiale insieme a padre Salvo Scuderi  per la nascita del gruppo giovani Sicomoro, attesa da tanti anni; ora, un velo di tristezza è su tutti i parrocchiani di Santa Maria della Pace per la notizia del trasferimento nel paese natio di Zafferana Etnea del parroco, ultimo dei tre presbiteri che si sono avvicendati alla guida della parrocchia dopo la morte di padre Salvatore Consoli del 1990: padre Barbaro Scionti prima, poi padre Domenico Cosentino, ed ora padre Salvatore Scuderi che va via allo scadere dei 9 anni di mandato.

Per tutti e anche sui social della parrocchia e dei gruppi, il comunicato: La Comunità parrocchiale S. Maria della Pace, Chiesa Madre di Tremestieri Etneo, dà il benvenuto e prega per il nuovo parroco, don Gaetano Sciuto (attuale direttore dell’ufficio catechistico diocesano) e saluta don Salvo Scuderi, eletto Parroco della Comunità Santa Maria della Provvidenza di Zafferana Etnea. La docilità allo Spirito Santo renda fecondo il ministero di ogni Sacerdote e il progresso dei fedeli sia gioia dei pastori.

Padre Salvo tanto  ha dato molto per la comunità di Santa Maria della Pace, rendendola bella e luminosa con tanti piccoli  e anche grandi ma significativi segni di recupero e di nuove realizzazioni (tante sono le cose da ricordare, a partire dalla ristrutturazione del salone parrocchiale con la porta-bussola divisoria,  il Cristo Risorto della scuola di Ortisei, la grotta di Lourdes e dello spazio antistante, i “giardini” della collinetta e il sagrato, il nuovo battistero, recentemente le porte laterali della chiesa e tante tante altre opere di restauro – alcuni quadri degli altari alterali per esempio e pressoché tutte le tovaglie d’altare ricamate,  il Cristo Crocifisso e i simulacri tutti della parrocchia, della Madonna della Pace e di Santa Barbara in particolare – tutto all’insegna del bello, con stile e passione artistica, e del richiamo costante al Creato), senza tralasciare il proprio specifico ministero di padre e guida spirituale come parroco sempre proteso a richiamare in tutti i parrocchiani la consapevolezza di una fede autenticamente cristiana ancorata alla Parola.

Con quest’animo di cristiana fiducia in Dio che è Padre e nella sua Chiesa che è Madre di tutti, la comunità ecclesiale e civile accompagnerà con la preghiera padre Salvo nel suo nuovo cammino di Pastore e guida nella sua Zafferana Etnea e con la stessa forza e fede accoglierà come nuova guida pastorale padre Gaetano Sciuto, originario di Fleri, e questo, scherzandoci un po’ su, è come se la stessa provenienza “montana” (sappiamo tutti che Fleri è la frazione appena più a valle di Zafferana Etnea, nella direzione verso … Tremestieri Etneo) sia già premessa e segno di buon augurio per la comunità Tremestierese tutta per una nuova tappa della vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *