“Ottava” di solidarietà per Sant’Agata: donazione di sangue in piazza Università

di Vincenzo Caruso

Giusto per dare contezza delle due giornate di raccolta sangue organizzate dall’Advs Fidas Catania, svoltosi il 17 gennaio in preparazione alla festa e poi il 12 febbraio, nel giorno dell’Ottava, in piazza Università e nel nome di Sant’Agata: 16 unità di sangue donate e 5 esami di idoneità per aspiranti donatori a gennaio e altre 11 unità di sangue raccolte e ben 11 prelievi di idoneità a febbraio.

Non sono poche, ma potevano essere di più, le 27 sacche di sangue consegnate al Trasfusionale dell’Arnas Garibaldi e preziosi sono stati i prelievi di pre-donazione che in parte hanno consentito delle prime donazioni già il giorno dell’ottava e altre che ora sono programmate per domenica 21 febbraio, nella giornata annuale di raccolta che si tiene in piazza Montessori in collaborazione con la parrocchia di sant’Euplio, compatrono martire catanese. Anche quest’ultima, come tutte le giornate di donazione, è aperta non solo agli appuntamenti periodici con i donatori che hanno fatto del gesto della donazione di sangue un valore e personale stile di vita, ma anche a quanti vogliono incamminarsi – proprio come avviene nel tempo di Quaresima di conversione – in un percorso di bellezza e di solidarietà che comincia con l’avvicinarsi, col chiedere informazioni e … fare il prelievo di idoneità e il questionario clinico-anamnestico con il medico presente nel punto prelievo (autoemoteca o centro fisso).

Dicevamo che potevano essere di più i numeri se si fossero avvicinati i tantissimi fedeli devoti di sant’Agata – ma ne abbiamo visto purtroppo ben pochi -, rimasti un po’ smarriti per le ristrettezze legate alla pandemia e forse non ben coscienti che la donazione di sangue rientra tra le condizioni essenziali di assistenza e che non ha divieti, sempre nel rispetto delle regole già conosciute di stare bene in salute, di utilizzo di mascherine, di igienizzazione delle mani, di non assembramento. Tutte regole che anche nei mesi che verranno dobbiamo rispettare e che ci accompagneranno ancora fino alla fine della pandemia. Intanto per i donatori di sangue è cominciata la campagna vaccinale prevista nel piano nazionale vaccino anti-Covid19, proprio perché i donatori hanno valore speciale e prioritario per la salute della collettività, oltre che personale. In accordo con l’Asp territoriale l’Advs Fidas Catania sta predisponendo un elenco di donatori associati che saranno convocati direttamente dall’Asp per la somministrazione del vaccino nel punto-vaccino più vicino al comune di residenza.

Come è stato annunciato nei giorni scorsi dai media, è possibile donare il plasma iperimmune non solo dai convalescenti guariti dal Covid19 e con tampone negativo, ma anche dai soggetti già vaccinati con le due dosi: d’intesa con il Trasfusionale del Garibaldi, possiamo effettuare a loro i prelievi per l’esame sierologico e dare, anche in questo caso, il via al cammino donazionale che si concluderà presso il Trasfusionale del Garibaldi o l’unità di raccolta fissa dell’Advs a Tremestieri Etneo.

Per info e prenotazioni occorre chiamare al 338 9536097 o collegarsi alla pagina Faceboook Advs Fidas Catania o sul sito www.advsfidascatania.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *