Tre nuovi lettori nella Diocesi di Catania, Il Vescovo: «Siate uditori e realizzatori della Parola di Dio»

L’arcivescovo di Catania Monsignor Salvatore Gristina, ha conferito il ministero del Lettorato ai seminaristi Placido Andrea Consoli della comunità Parrocchiale “S. Vito Martire” di Mascalucia, Nunzio Schilirò della comunità parrocchiale “SS. Cuore di Gesù e Maria” di Maletto, e all’aspirante diacono permanente, Alessandro Rapisarda della comunità parrocchiale “Maria SS. dell’Elemosina” in Biancavilla.

Alle 18, nel più rigoroso rispetto delle norme anti-Covid19, nella Basilica Cattedrale Sant’Agata di Catania, è stata celebrata la Messa con il rito del conferimento del ministero del lettorato. Insieme all’Arcivescovo erano presenti il vicario generale Mons. Salvatore Genchi, i formatori del seminario con il rettore don Antonino La Manna e del corso per il diaconato permanente “S.Euplio” con il delegato del Vescovo Antonio Gentile, insieme ad una corposa rappresentanza di sacerdoti della Diocesi.

«Il conferimento del lettorato vuole ricordarci –ha sottolineato l’Arcivescovo – che l’atteggiamento fondamentale che dobbiamo avere come discepoli, è quell’atteggiamento descritto nel documento di Giovanni Paolo secondo “Dei Verbum”, quel sevizio verso la parola che dobbiamo svolgere, da uditori, da realizzatori. Tutti insieme dobbiamo testimoniare la fecondità, la forza, l’efficacia della Parola di Dio nella nostra vita e in tutta la Chiesa».

L’arcivescovo ha poi ricordato il momento che si svolgerà il 5 Ottobre, dove festeggerà il suo anniversario di ordinazione sacerdotale insieme alla Diocesi. Ricorrenza che era prevista per il 17 di maggio e che a causa delle restrizioni legate al covid è stata spostata in questa data. Nella stessa occasione, verrà ordinato presbitero il diacono don Carlo Palazzolo.

Alla fine della celebrazione l’Arcivescovo ha anche annunciato la nomina del nuovo Vice rettore del seminario, don Francesco Abate, che insieme a questo incarico, studierà a Roma Musica Sacra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *