Donare sangue: in estate è ancora più importante, anche i Santi possono aiutarci

di Vincenzo Caruso

Ci possono aiutare i santi, che veneriamo in questo tempo d’estate, a renderci più generosi e altruisti e, dimenticando o riordinando impegni e altro, fare una pausa per … donare il sangue?

E poi, diciamocelo in verità, lo sappiamo o no che in estate andiamo in grave carenza di sangue negli ospedali e che, forse, non ci facciamo più smuovere dai numerosi appelli alla donazione, tanto sono diventati comuni e ripetitivi di anno in anno?

Sempre la solita storia della carenza di sangue, diciamo, e ne sappiamo anche il perché: interventi chirurgici elettivi e chirurgia d’urgenza e pazienti cronici che vivono grazie alle trasfusioni e, di contro, una ridotta disponibilità dei donatori periodici a motivo delle sacrosante vacanze di riposo e del caldo, che certo, soprattutto se ad alto grado di umidità, non favorisce la necessaria idoneità alla donazione.

Abbiamo detto dei santi  che possono aiutarci anche nel superare questi momenti di criticità delle donazioni sangue in estate, perché il loro ricordo, nelle feste che si celebrano con grande (o più o meno grande) concorso di popolo e di fedeli, può dare quella spinta in più per superare la fase estiva di criticità sangue.

Il 17 agosto avremo la festa d’estate in onore di sant’Agata, a Catania,  con l’autoemoteca in piazza Università, nel pomeriggio; in questi giorni, dal 22 al 25 luglio quella di san Cristoforo, sempre a Catania, nella omonima parrocchia alle Sciare, in via Plebiscito; e poi, nell’Acese, quella di santa Tecla, che si celebrerà quest’anno domenica 8 agosto. E altre feste ancora, a Catania e in tutto l’hinterland etneo.

Tutte buone occasioni, queste ricorrenze e feste dei santi, per dare concretezza al gesto di solidarietà e di aiuto con il dono del sangue, soprattutto in questi mesi, e di plasma. Dobbiamo solo fare un po’ di spazio, nella giornate a venire agli  appuntamenti di donazione, che si moltiplicano nelle varie piazze e sedi associative e in ospedale per coprire i fabbisogni giornalieri dei pazienti.

E nei programmi della festa metterci a pieno titolo la giornata della donazione del sangue: festa e dono come binomio caratterizzante i momenti di lode ai nostri santi patroni, e pensiamo innanzitutto alla martire Agata, a cui da anni nel tempo suo proprio, di gennaio-febbraio, e a mezz’agosto viene dedicata una o più giornate alla solidarietà e alla donazione di sangue. E come sarebbe bello che ogni festa abbia il suo momento di donazione del sangue! Sì le bombe, le luci, le solenni liturgie, ma con la donazione del sangue …. è tutta un’altra cosa, soprattutto perché diamo qualcosa di noi che aiuterà qualcuno, nel concreto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *