“In ascolto dell’Amore”: la luminosa testimonianza lasciata da Madre Maria Giovanna Caracciolo

dalle Benedettine del SS. Sacramento di Catania

Con commossa gratitudine al Signore possiamo adesso offrire in modo ancor più diretto la luminosa testimonianza lasciataci in consegna da madre Maria Giovanna Caracciolo (1931-2020), figura di grande spessore umano, spirituale e culturale, amata e apprezzata da tantissime persone e non solo nella nostra Catania. Grazie alla pubblicazione del volume In ascolto dell’Amore curato dalla nostra comunità monastica è possibile entrare nel cuore di una esperienza di vita che si è fatta dono per tanti. Come madre Giovanna stessa si era impegnata a voler essere, veramente Ella è stata un «riflesso dell’amore di Dio»: questa la promessa assicurata alla nostra comunità quando, nel 1986, ne aveva assunto la guida in qualità di Madre Priora. E, ancora, nella prima pagina della sua rubrica telefonica aveva appuntato un proposito vissuto sino alla fine: «Voglio seminare nei cuori la gioia e l’amore».

Si è scelta la data del 21 novembre per presentare, alle ore 18.00 nella nostra chiesa di San Benedetto, la biografia di madre Giovanna per un duplice motivo: perché è la domenica di Cristo Re che cade quest’anno in coincidenza con quello che sarebbe stato il giorno della memoria della Presentazione di Maria SS. al tempio e pure la Giornata pro orantibus. Madre Giovanna è stata una contemplativa che ha fatto di Dio il Re della sua vita e, come la Vergine Maria, ha vissuto in umile e pronto ascolto della sua Parola incarnandola nella scelta prioritaria della carità e del servizio orante e operoso verso quanti il Signore le ha dato di incontrare. Il suo essere benedettina dell’adorazione perpetua del SS, Sacramento si è sempre concretizzato in questa totalità dell’Amore.

L’Abate dom Ildebrando Scicolone, nella Presentazione al libro, così ha scritto: «Sono certo che chi leggerà queste pagine, toccherà con mano e capirà che cosa significhi avere il cuore di Cristo, e con esso amare la vita e donarla a chi è sconfortato e disperato.

San Paolo aveva esortato ad “avere gli stessi sentimenti di Cristo Gesù”. Penso che madre Giovanna li avesse: piena di Cristo, era sempre pronta a donarLo a chiunque avesse il cuore libero. Penso che questo libro aiuterà coloro che cercano Dio in Cristo, e anche quanti, al contrario, non hanno un’idea giusta della vita e della clausura, e perciò la denigrano, la irridono». Lo stesso dom Ildebrando interverrà a questo evento che vuole essere, oltre che tributo e testimonianza, anche momento spirituale e culturale. Seguiranno due interventi programmati.

Una nostra oblata secolare che ci ha aiutato a rivedere le bozze così si è espressa in un messaggio intenso per immediatezza e spontaneità subito condivisoci: «È una gioia immensa e un onore, per me, aver letto le bozze di questo libro che mi ha permesso, al di là delle parole riportate, di conoscere più in profondità, la santità di madre Giovanna. Scorrevole ed emozionante, l’ho letto tutto d’un fiato. È stato un crescendo di Grazia, di Gioia, di Misericordia, di Luce. Il mio cuore si è dilatato, dinanzi a tanta magnificenza, a tanto amore: una Madre che tanto ha amato le sue figlie.

Il sorriso di Madre Giovanna, sincero e schietto come solo lei sapeva essere, ci illumina e ci accompagna in questa meravigliosa opera in sua memoria. Che anima umile, attenta, amabile e pronta ci ha donato Gesù!».

Siamo certe che quanti leggeranno questa “storia di una Madre d’anime”, si sentiranno coinvolti, accompagnati e voluti bene come “persone di famiglia”, anche quelli che non l’hanno conosciuta direttamente. Di questo madre Giovanna era specialista: faceva sentire ognuno prezioso e importante!

Una persona tanto vicina a madre Giovanna, incoraggiandone la stesura della biografia, ci ha detto: «Una vita come la sua deve essere ricordata perché diffonderà fede e amore». È quello che ci auguriamo perché è questo che ci ha incoraggiate, motivate e sostenute nella meravigliosa avventura di narrare e condividere tutto questo.

Un pensiero su ““In ascolto dell’Amore”: la luminosa testimonianza lasciata da Madre Maria Giovanna Caracciolo

  • 13 Novembre 2021 in 6:00
    Permalink

    Ho avuto il dono e la fortuna di incontrare nel mio cammino Madre Giovanna ed il suo materno sorriso e la sua costante preghiera ha accompagnato gli anni del nostro matrimonio e della nascita dei figli. Con gioia mi diceva che conservava caramente le foto dei nostri figli nelle diverse tappe del battesimo, della cresima,della laurea.
    Ogni volta che ci si incontrava era come un’effusione di luce e di grazia che ricolmava il cuore di gioia e rinforzava l’impegno a continuare a fare del bene e ad operare per l’educazione dei giovani.
    “Quando muore una mamma nel cielo di accende una stella”
    Madre Giovanna brilla nel cielo di Catania come luminosa stella; il suo messaggio e la sua testimonianza di “vera vita religiosa” siano luce e guida nel buio di questo difficile momento storico.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *